Mario LodiMario Lodi è stato “il maestro” di scuola elementare, anche oggi che dopo 92 anni ci ha lasciato con tanto lavoro ancora da fare con i bambini. È proprio nel contatto quotidiano con i bambini, con la loro osservazione partecipe che Mario Lodi ridisegna il valore della scuola, ne cambia aspetti e metodologia.

Vogliamo ricordarlo con le parole che abbiamo usato per festeggiare i suoi novant'anni:

«Abbiamo avuto la fortuna di conoscere Mario Lodi a Bologna, nel 2006, durante un incontro con alcune classi per la presentazione del suo libro "Favole di Pace". In quell’ora passata ad ascoltarlo abbiamo rivisto il maestro di tante battaglie “didattiche”, un maestro che ha sempre praticato la curiosità per coinvolgere i bambini.

ringraziamenti

Cari insegnanti, presidi, genitori

Desideriamo con questa nostra lettera esprimere il nostro ringraziamento e la nostra gratitudine per la collaborazione ricevuta e per la disponibilità durante l'evento Stellare con Umberto Guidoni, Andrea Valente e Carlo Carzan.

Il nostro impegno, per l'organizzazione di un momento di divulgazione scientifica per bambini e ragazzi che avesse dentro anche una forma d'intrattenimento, è stato grande, ma tutto ciò ha consentito l’aggregazione dei tanti alunni che hanno partecipato. Siamo certi che non è stato solo uno spettacolo ma un momento di amicizia, di scoperta, di condivisione.

Non nascondiamo che la fase organizzativa è stata notevolmente impegnativa, ma decisamente altrettanto notevole la soddisfazione nel vedere il teatro pieno e tutti attendere con entusiasmo l'inizio del viaggio spaziale.

A Palermo crolla una palazzina al mercato della Vucciria. Noi nonostante tutto desideriamo immaginarla come nel dipinto di Guttuso, senza muri.

Soprattutto la ricordiamo regalando un libro realizzato da Sonia Scalco con i ragazzi della scuola media Virgilio di Palermo, che in un laboratorio di qualche tempo fa, si sono divertiti a smontare il quadro e a farlo parlare.

È il nostro omaggio a un pezzo di città che sta sprofondando nell'incuria e che ancora una volta desideriamo ricordare e salvare grazie all'impegno dei più giovani.

 

Cliccate sulla copertina e scaricate l'e-book. Buona lettura!

 

Che Vucciria!

Dalla Terra alle Stelle

DALLA TERRA ALLE STELLE è uno spettacolo, una conferenza, un racconto, un gioco, un laboratorio, è il frutto dell’incontro tra un ASTRONAUTA, uno SCRITTORE e un LUDOMASTRO.

Insieme hanno costruito uno spazio reale e metaforico in cui la divulgazione diventa esperienza, la scienza diventa narrazione, imparare diventa un gioco.

Un viaggio di novanta minuti con: il racconto diretto dell’esperienza dell’astronauta Umberto Guidoni che appassiona adulti, ragazzi e bambini; le narrazioni di Andrea Valente che fanno sorridere, pensare, riflettere; i giochi di Carlo Carzan che rendono viva e coinvolgente l’esperienza.

DALLA TERRA ALLE STELLE mostra un metodo di lavoro, la passione per la scoperta e per l’esplorazione, l’importanza della ricerca spaziale nel nostro quotidiano.

Soprattutto racconta la TERRA, perché la cosa che più colpisce quando ci si trova nello spazio è la vista della Terra, anche nell’universo, la Terra in fondo è ciò che finisce sempre per calamitare la nostra attenzione.

Il campo delle memorieLa fine di Gennaio è normalmente dedicata alla memoria.

Come ogni anno, abbiamo deciso di dedicare uno spazio alla narrazione, attraverso un viaggio nel mondo dello sport e del razzismo.

Si tratta di una conferenza/narrazione tenuta da Carlo Carzan presso scuole, biblioteche, luoghi di aggregazione culturale. Attraverso la lettura, i racconti, l'ascolto di canzoni e visione di filmati, in cui i personaggi s’incontrano e le storie si intrecciano per dare vita a nuove sfide. Lo Sport e la Shoah raccontati ai ragazzi attraverso le emozioni di un gol, di una partita, di un campione.

Un quaderno da scrivere, completare, disegnare, in esclusiva per chi partecipa alle attività scolastiche dell’Associazione Così per Gioco.

Nel Carnet del lettore troverete pagine intense, piene d’idee per raccontare il vostro viaggio dentro libri, per accompagnare gli incontri con l’autore, per giocare e riflettere sui libri appena letti.

Leggere un libro è come intraprendere un viaggio.

Tra le parole, le pagine, le storie, conosciamo gli altri e noi stessi, ci divertiamo, soffriamo, viviamo avventure inaspettate.

Ogni viaggiatore che si rispetti ha bisogno del suo Carnet de voyage, ogni lettore che si rispetti ha bisogno del suo carnet di viaggio.

Il Carnet del lettore è un piccolo albo tascabile di sedici pagine, che potete portare sempre con voi. È stato realizzato dallo staff creativo e grafico dell’Associazione Così per Gioco.

 

carnet del lettore

 

carlo carzan il LudomastroSettimana intensa quella che dal 6 Novembre vede impegnato il Ludomastro e lo staff di Così per Gioco in tre eventi particolari.

Si parte giorno 6 con un laboratorio di Carlo Carzan al FIL, il Festival della Felicità Interna Lorda, che si tiene a Catania.

Sempre il ludomastro sarà a Carpi per il 3° Corso nazionale di formazione per animatori di ludoteca.

Infine domenica due incontri a Fa' la cosa giusta (Sicilia), la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili.

A cura dello staff di Così per Gioco, Il primo incontro per presentare il libro Economia Felice, mentre il secondo è un laboratorio tratto dal nuovo libro del ludomastro “Trottole, Ruzzole, Lippa e compagnia”.

Pagina 3 di 9

"Insegnare a vivere. Si tratta di permettere a ciascuno di sviluppare al meglio la propria individualità e il legame con gli altri ma anche di prepararsi ad affrontare le molteplici incertezze e difficoltà del destino umano".

Edgar Morin

Così per Gioco su Facebook

Giochiamo con i gessi

La newsletter del Ludomastro