IMPARARE GIOCANDO, INSEGNARE GIOCANDO

Coding_Farmers.Still006_

IMPARARE GIOCANDO, INSEGNARE GIOCANDO

Insegnanti, educatori, animatori, genitori, siamo tutti allenatori di cervelli. Per dare valore al nostro ruolo è però fondamentale essere in-formati, avere consapevolezza degli strumenti a disposizione. Nel nostro caso tutto ciò si declina in un’azione fondamentale: IMPARARE GIOCANDO, INSEGNARE GIOCANDO.

Da anni incontro adulti in assetto formativo, ed è sempre un’esperienza coinvolgente, che mi fa piacere condividere con voi, con alcune considerazioni che riguardano principalmente il mondo della scuola, dove incontro spesso i ragazzi, ed ho un osservatorio privilegiato anche grazie alla conferenza ludica.

imparare giocando 1Un percorso di formazione dedicato ai giochi allenamente comprende più fasi di lavoro, che rappresentano allo stesso tempo ciò che gli “adulti formati” possono poi realizzare con i ragazzi.

La prima fase fa riferimento alla formazione del gruppo e alla realizzazione del contesto di apprendimento, la seconda fa riferimento agli strumenti operativi, cioè i giochi di cui tantissimi li trovate nel libro Allenamente e molti altri in questo stesso sito web, mentre la terza fase comprende la progettazione di azioni trasversali alle discipline, in modo da usare i modi differenziati i giochi allenamente.

L’obiettivo principale è quello di utilizzare gli strumenti ludici per avvicinare i ragazzi, mettendo al centro dell’attenzione la persona, il gioco è uno strumento unico nel suo genere, capace di abbattere le barriere dell’età, eliminare le differenze, facilitare i rapporti.

Spesso l’idea d’imparare giocando è stata vista in netta contrapposizione con il mondo scolastico e formativo, niente di più falso! Sapere stare insieme, seguire delle regole, studiare, conoscere, sono punti di riferimento per un educatore, ma bisogna renderli piacevoli per ottenere dei risultati, presentare sotto forma di gioco o anche con “metodo giocoso” un’attività, facilità il suo svolgimento e rende gli obiettivi da raggiungere più vicini.

Prima di continuare v’invito a giocare. Osservate con attenzione l’immagine qui sotto. Ora rispondete a questa domanda: Quanti triangoli contate? Prendete un appunto e scrivete il numero dei triangoli.

imparare giocando 2

Bene ora continuiamo ciò che stavamo dicendo con riferimento alla didattica ludica, che necessita di un approccio particolare da parte dell’insegnante, che diventa un po’ animatore della classe, aiuta i propri studenti a crescere, a trovare gli strumenti per superare le difficoltà. È in questo senso utile, se non necessario uscire fuori dai confini della propria disciplina, per poi rientrare quando si è creato il contesto di apprendimento migliore.

Un insegnante animatore dovrebbe:

  • Conoscere il mondo del bambino del ragazzo

  • Avere una formazione di base in ambito educativo

  • Avere passione e una buona conoscenza del gioco

  • Prendersi cura del gruppo e sapere stimolare i ragazzi ad imparare giocando

  • Sapere intervenire e gestire i conflitti, facilitare i rapporti

  • Essere in grado di soddisfare le esigenze del ragazzo

Una formazione sui giochi allenamente integra teoria, con riferimento al funzionamento del cervello che apprende, e la pratica del gioco, con l’obiettivo di trasformare una lezione frontale in una narrazione, in un grande gioco che trasmetta informazioni in modo spontaneo, stimolando la creatività e la curiosità dei ragazzi.

A proposito di giochi, qual era il numero dei triangoli?

Semplice: ZERO!

Infatti, alcuni di voi avranno scritto un numero compreso tra 1 e 8, ma basta guardare l’immagine da un altro punto di vista, ciò che ci sembra una linea è semplicemente uno spazio bianco, e fa si che nessun triangolo si formi realmente nella figura.

Questo gioco rappresenta un po’ la sintesi del percorso formativo sui giochi allenamente, imparare giocando significa insegnare giocando, diventare allenatori di cervelli che riescano a guardare il mondo da punti di vista sempre diversi.

imparare giocando 3

CLICCA QUI PER CONOSCERE I PROSSIMI SEMINARI

PER DIVENTARE GAME COACH ALLENAMENTE

No Comments

Post a Reply