Il sogno di un mestiere

 

Storie e di filastrocche di Gianni Rodari

dal 18 gennaio al 14 febbraio 2012

 

Una selezione di storie e di filastrocche di Gianni Rodari dedicate ai mestieri dell’uomo.

Nel panorama di una letteratura per l’infanzia che parlava ai bambini con toni e temi bamboleggianti e leziosi, Gianni Rodari è stato il primo rivolgersi a quel pubblico proponendo argomenti più seri, dimostrando così il valore che egli stesso dava alle capacità dei bambini di affrontare e comprendere il mondo degli adulti.

Nel caleidoscopio di stagnini, pompieri, muratori, portinaie e bidelli, Rodari racconta il vero volto di chi lavora, di chi si impegna nel suo mestiere, di chi dà ogni giorno il suo contributo – anche piccolo – affinché le cose funzionino, affinché tutti possano godere di un bene comune.

Anche il più semplice dei lavori ha la sua dignità e la sua importanza, è questo il messaggio che Rodari trasmette con le sue parole.

Conoscere i mestieri significa avere la percezione dell'attualità, di ciò che si muove intorno a noi, nel caso dei bambini dai 6 agli 11 anni significa intraprendere un viaggio in una fantastica scoperta, quante volte sentiamo esprimerli in merito al sogno "da grande voglio fare....." Attraverso questo percorso i bambini scopriranno passo dopo passo la varietà di mestieri che esistono al mondo. 

Per i ragazzi dai 12 ai 13 anni invece il percorso servirà a dar loro una panoramica di scuole da scegliere per giungere a poter intraprendere il lavoro desiderato o sognato.

 

 PROGRAMMA:

Laboratori di libri e storie

Portare in in ludoteca il lavoro attraverso il racconto e la testimonianza “esemplare” di chi lo esercita, consente di realizzare una molteplicità di apprendimenti, riconducibili al concetto di allargamento delle immagini del lavoro e di contrasto agli stereotipi professionali.

18/01/12

16,00/19,00

Circolo dei lettori:
Chi ha incendiato la biblioteca

19/01/12

16,00/19,00

Circolo dei lettori:
Chi ha incendiato la biblioteca

25/01/12

16,00/19,00

Circolo dei lettori: il mio amico albero

01/02/12

16,00/19,00

Circolo dei lettori:
Perché i vulcani si svegliano?

22/02/12

16,00/19,00

Circolo dei lettori: Cioccolatina, la bambina che mangiava sempre

23/02/12

16,00/19,00

Circolo dei lettori: Mi piace il cioccolato

29/02/12

16,00/19,00

Tavolo rotonda bambini-genitori:

Diego e i dei diritti dei lavoratori

 

Laboratori ludici e scientifici

Comunicare la passione. Chi trova piacere nel proprio lavoro riesce a trasmettere una dimensione immateriale molto difficile da comunicare con altri strumenti. Espressioni come “interessi”, “gusto”, così influenti nelle scelte, assumono notevole concretezza. Il lavoro, inoltre, può essere meglio esemplificato come strumento di realizzazione di sé e come esperienza per trovare il proprio posto nel mondo. Chi ama il proprio lavoro, infine, trova sempre un pò di tempo per parlarne, per giocare con i bambini simulando il proprio o altrui lavoro.

18/01/12

16,00/19,00

Lab. Scientifico: l'estintore, la candela ha sete

25/01/12

16,00/19,00

Lab scientifico: Questo pazzo pazzo erbario, ecocreazioni

27/01/12

16,00/19,00

Grande gioco sui mestieri

01/02/12

16,00/19,00

Lab. Scientifico: il vulcano

03/02/12

16,00/19,00

Lab. Scientifico: il nostro fossile

08/02/12

16,00/19,00

Lab. Ludico: giochi dal libro 123 costituzione

15/02/12

16,00/19,00

Storia delle olimpiadi: lab. Ludici

16/02/12

16,00/19,00

Lab. Ludici: atleti si diventa

22/02/12

16,00/19,00

Lab. Ludico: torneo di Mister Billy

 

Laboratori ARTISTICI e CREATIVI di cittadinanza

Comunicare l’importanza della scuola e della formazione continua. In generale, il lavoro permette alle persone di soddisfare bisogni professionali in linea con la loro personalità. Chi lavora, però, sa comunicare un “comune denominatore” che consiste nell’importanza della formazione continua, nel valore dello studio, nell’assunzione di responsabilità verso i compagni, verso i risultati, verso gli strumenti. In questo senso chi esercita un lavoro riesce a rendere concreto il legame tra scuola e lavoro e a dare valore all’esperienza scolastica. Ogni impresa, non importa il suo settore di attività, ha uno spazio in cui conserva libri, manuali, guide, spesso scritti in inglese, proprio ad esemplificare l’importanza della scuola ai fini del lavoro, l’importanza di continuare ad aggiornarsi nel corso della vita.

19/01/12

16,00/19,00

Lab. di educazione alla cittadinanza:
Le norme di sicurezza.

23/02/12

16,00/19,00

Lab. Creativo-culinario: Mani in pasta

 

Laboratori musicali e di ginnastica ritmica

17/01/12

16,00/19,00

corso di ginnastica ritmica dalle ore 16 alle 17,30

corso di chitarra dalle 17,30 alle 19,00

24/01/12

16,00/19,00

corso di ginnastica ritmica dalle ore 16 alle 17,30

corso di chitarra dalle 17,30 alle 19,00

31/01/12

16,00/19,00

corso di ginnastica ritmica dalle ore 16 alle 17,30

corso di chitarra dalle 17,30 alle 19,00

07/02/12

16,00/19,00

corso di ginnastica ritmica dalle ore 16 alle 17,30

corso di chitarra dalle 17,30 alle 19,00

13/02/12

16,00/19,00

corso di ginnastica ritmica dalle ore 16 alle 17,30

corso di chitarra dalle 17,30 alle 19,00

28/02/12

16,00/19,00

corso di ginnastica ritmica dalle ore 16 alle 17,30

corso di chitarra dalle 17,30 alle 19

 

Visite in città

Andare a vedere direttamente i mestieri è sempre un esperienza per crearsi delle idee sul proprio futuro.

13/01/12

16,00/19,00

Visita al museo enologico Pitrè

20/01/12

16,00/19,00

Visita alla caserma dei vigili del fuoco

26/01/12

16,00/19,00

Visita al germoplasma con il botanico
Dott. Alfredo Pucci

02/02/12

16,00/19,00

Incontro con il geologo

06/02/12

16,00/19,00

Visita alla caserma della polizia

20/02/12

16,00/19,00

Incontro con l'atleta alle stadio delle palme

24/02/12

16,00/19,00

Visita alla scuola alberghiera “Cascino”

14/02/12

16,00/19,00

FESTA DI SAN. VALENTINO CARNEVALESCA

"Insegnare a vivere. Si tratta di permettere a ciascuno di sviluppare al meglio la propria individualità e il legame con gli altri ma anche di prepararsi ad affrontare le molteplici incertezze e difficoltà del destino umano".

Edgar Morin

Giochiamo con i gessi

La newsletter del Ludomastro

www.carlocarzan.it

Scuola Ludens

Così per Gioco su Facebook